Regolamento della Scuola

La Scuola è aperta dal LUNEDI’ AL VENERDI’ dalle ore 8.00 alle ore 16.00, con attivo il servizio di ingresso anticipato dalle ore 7.30 alle ore 8.00 (a partire dall’anno scolastico 2016/2017 con un costo mensile di € 10,00), previa richiesta delle famiglie.

Ricordiamo che dopo le ore 9.00 non è possibile accedere alla scuola, poiché, per motivi di sicurezza, il cancello viene chiuso ed iniziano le attività didattiche.

Qualora ci fossero validi motivi per entrare oltre le ore 09.00 i genitori sono pregati di avvisare le insegnanti il giorno prima, o per telefono. In caso contrario non sarà possibile accogliere il bambino a scuola.

L’orario di uscita è dalle ore 15.45 alle ore 16.00, con attivo il servizio di uscita posticipata dalle ore 16.00 alle ore 16.30 esclusivamente per esigenze lavorative (a partire dall’anno scolastico 2017/2018 con un costo mensile di € 10,00), previa richiesta delle famiglie con relativa documentazione rilasciata dal datore di lavoro.

Non sono consentiti più di quattro ritardi mensili di 10 minuti oltre le ore 16.00; nel caso si verificasse un ulteriore ritardo sarà applicata una sanzione di € 50,00.

Si sottolinea che è severamente vietato soffermarsi al di fuori dell’orario scolastico nei locali interni ed esterni della scuola.

Le attrezzature del cortile e i giochi possono essere usati solo durante l’orario di apertura della scuola e solo in presenza delle insegnanti.

Dopo le ore 16.00 la responsabilità dei bambini è a carico dei genitori.

Al momento dell’uscita i bambini saranno consegnati solo ai genitori oppure a persona maggiorenne autorizzata mediante delega sottoscritta e firmata prima dell’inizio dell’anno scolastico.

 

Alla scuola hanno diritto e possono iscriversi i bambini che compiono i TRE anni entro il 31 dicembre.

Eventuali richieste di iscrizione per bambini nati dopo il 31 dicembre saranno esaminate caso per caso, compatibilmente con la normativa legale, con il numero degli alunni già iscritti e sentito il previo parere del Personale Docente e del Comitato di Gestione, affinché non ne sia penalizzata l’attività didattica. L’iscrizione per i bambini nati dopo il 31 dicembre può anche prevedere, ad insindacabile scelta del Comitato di Gestione, una riduzione del loro orario di frequenza (uscita ore 12.30), in particolare per quelli non residenti nella frazione di Tarmassia.

In ogni caso, a partire dall’anno scolastico 2012/2013, per i bambini iscritti nati dopo il 31 dicembre, e solo per il primo anno di frequenza, la retta subirà una maggiorazione (la quota mensile sarà stabilita di anno in anno dal Comitato di Gestione).

 

La domanda d’iscrizione, accompagnata dalla relativa quota – fissata di anno in anno dal Comitato di Gestione – deve essere presentata entro il   28 Febbraio; casi particolari saranno esaminati dal Comitato di Gestione.

L’iscrizione comporta per i genitori la presa di coscienza dell’identità educativa proposta dalla Scuola dell’Infanzia “San Giorgio”, e l’impegno a rispettarla e a collaborare alla sua attuazione. Confermata l’iscrizione non verrà rimborsata la quota in caso di ritiro.

I bambini che restano assenti a causa di malattia per PIÙ DI CINQUE GIORNI consecutivi (compresi sabato e domenica se all’interno dei cinque giorni, e non a completamento), per essere riammessi dovranno presentare regolare certificato medico (ciò significa che se il bambino rientra al 6° giorno non servirà il certificato, che sarà invece necessario dal 7° giorno).

 

Dopo TRE giorni consecutivi di assenza i genitori sono invitati ad avvisare le insegnanti, così come nel caso di assenze prolungate dovute a ragioni diverse dalla malattia (ad esempio, per viaggi e/o vacanze durante il periodo di scuola).

La frequenza alla scuola è subordinata al versamento delle rette mensili  (da ottobre a maggio compresi) – nell’importo stabilito di anno in anno dal Comitato di Gestione – entro il giorno 5 (cinque) del mese, esclusivamente a mezzo bonifico bancario.

A partire dall’anno scolastico 2010/2011, la retta di giugno (ultimo mese di frequenza) andrà versata in anticipo unitamente alla prima retta del mese di settembre, in contanti o a mezzo bonifico bancario, nel termine fissato di anno in anno dal Comitato di Gestione.

In caso di ritiro in corso d’anno, senza preavviso di tre mesi, e senza congrua motivazione (tale valutazione spetterà al Comitato di Gestione), i genitori dovranno provvedere a versare le rette mensili di frequenza fino alla fine dell’anno scolastico, al fine di consentire alla scuola di sostenere le varie spese fisse che è tenuta ad ottemperare.

 

Ogni giorno di ritardo comporterà una penale di Euro 0.50, da versare in contanti alla Scuola entro il mese di riferimento.

Nel caso di assenze superiori a 30 giorni di calendario solare con necessità di ricovero ospedaliero la riduzione della retta sarà pari al 50%.

Nel caso di assenza per malattia, comprovata da certificato medico, superiore a 14 giorni consecutivi (compresi sabato e domenica se all’interno dei 14 giorni, e non a completamento), la riduzione della retta sarà pari ad Euro 1.00 al giorno; il rimborso sarà effettuato una-tantum nel mese di giugno.

Per i nuclei familiari con più di un bambino frequentante sarà concessa una riduzione, definita di anno in anno dal Comitato di Gestione.

 

In caso di mancato pagamento della retta per due mensilità, anche non consecutive, è data facoltà al Comitato di Gestione di procedere, a suo insindacabile giudizio, all’espulsione del bambino dalla Scuola, previo invio di lettera raccomandata a.r. ai genitori.